venerdì 30 maggio 2014

Quando comincia a fare caldo? un bel sorbetto al limone! ricetta con polvere di limone e gelatiera

Vi capita mai di andare al ristorante prendere per dolce il sorbetto al limone ed avere la sensazione di mangiare il sapone???
Frose è perchè li fanno con dei preparati sintetici o perchè ci mettono l'albume, comunque questo è tutt'altra cosa...

Sorbetto al limone ricetta per 6 persone:
Ingredienti:
150 grammi di succo di limone;
200 grammi di zucchero semolato o 180 grammi di zucchero semolato e 20 grammi di sciroppo di glucosio;
400 grammi di acqua;
2 cucchiaini di pasta di limone (o di più a gusto) o un pizzico:-):-) di polvere di buccia di limone (vedi ricetta), se proprio andate di fretta mettete due pezzi di scorza.
Polvere di buccia di limone (vedere anche post apposito):
Se non avete la polvere di buccia di limone, vi consiglio di prepararne tanta (così i limoni che utilizzate per il sorbetto si sfrutteranno al massimo), perché la potrete utilizzare per la crema pasticcera, la frolla, la pasta brioche, ma anche per un pesto agrumato, sopra al pesce, nel tè ecc. etc.:
Tagliate la scorza di un limone facendo attenzione a non prendere anche la parte bianca dei limoni.
Appena tagliate nel microonde disponendole in uno strato unico su un piatto alla massima velocità per 30 secondi, girare e far ripartire finché non diventino secche, ci vorranno circa 4 minuti.  
Tritate con bimby partendo da 1 fino a velocità 10 per 60 secondi o fino a completa polverizzazione, io essendo poche bucce mi sono trovata meglio con il macina caffè alla massima velocità.
Conservare in dispensa in barattolo ermetico.
Preparazione:
Inserite nel boccale del bimby zucchero, acqua e polvere di limone e pasta di limone a velocità 1 per 4 minuti a 50 gradi.
Con Kenwood inserire nella ciotola con gancio a mezza luna per cottura 50° velocità 1, al raggiungimento della temperatura spegnere.
Lasciare raffreddare
Togliere la scorza per chi non ha messo la polvere o la pasta di limone.
Aggiungere il succo di limone e lo sciroppo di glucosio e mescolare velocitá 4, 30 secondi, se necessario filtrare con un colino.
Riporre in un contenitore basso e largo e mettere nel freezer per almeno 8 ore finché non si raffreddi completamente.
Al momento di servire tagliare a pezzetti inserire nel bimby o tritatutto ed avviare spatolando 20 secondi velocità 7, poi mantecare altri 20 secondi velocità 4.
Per chi ha la macchina del gelato o gelatiera Kenwood, saltare l’ultimo passaggio e mettere a freddare almeno un’ora in frigorifero o 30 minuti in freezer (attenzione che non faccia il ghiaccio ai margini), mantecare in gelatiera per 25 minuti.
Servire spolverato con la polvere di buccia di limone se piace e con Maraschino se lo volete corretto.

giovedì 29 maggio 2014

polvere di buccia di limone

Polvere di buccia di limone:

Se non avete ancora mai provato la polvere di buccia di limone, vi consiglio di prepararne tanta, perché la potrete utilizzare per la crema pasticcera, la frolla, la pasta brioche, ma anche per un pesto agrumato, sopra al pesce, nel tè ecc. etc.:

Chiedo pietà per il piatto della roma ma è il più grande che ho da mettere nel microonde :) 
Tagliate la scorza di un limone facendo attenzione a non prendere anche la parte bianca dei limoni.

Disponetela e distribuite su una teglia coperta da carta da forno.

Mettete in forno per un’ora o più a 60° finché non diventi croccante secca ed asciutta.

Oppure appena tagliate nel microonde disponendole in uno strato unico su un piatto alla massima velocità per 30 secondi, girare e far ripartire finché non diventino secche, ci vorranno circa 4 minuti.

Tritate con bimby partendo da 1fino a velocità 10 per 60 secondi, io essendo poche bucce mi sono trovata meglio con il macina caffè alla massima velocità.

Conservare in dispensa in barattolo ermetico.






mercoledì 28 maggio 2014

passione Montersino albume in polvere e pasta di limone

Conosco le ricette di Montersino da poco tempo e devo dire che ci sono delle cose favolose uno dei problemi maggiori nel seguire le sue ricette è che ha degli ingredienti improponibili, difficili da cercare in un negozio qualsiasi, più che altro si devono ordinare in negozi specializzati.
Per fortuna ho trovato a Roma vicino il mio ufficio un posto che ce li ha ed ha forniture per torte, pasticceria etc etc...
Alcune cose si possono fare per esempio gli albumi essiccati secondo il fan club di Luca Montersino su Facebook.
Per fare gli album essiccati si mettono 150 grammi di albume in un contenitore basso nel forno per 7 ore a 60 gradi dopo di che si  mette nel tritatutto o bimby alla massima velocità per 30 secondi in modo che vengano una polvere!
Per quanto riguarda la pasta di limone oltre ad essere buonissima anche mangiata così, può essere usata in tanti modi.
Montersino ci fa dei biscotti ma io l'ho messa nel sorbetto di limone, nel gelato e nella crema pasticcera e sono venuti spettacolari...

 Ingredienti:
· 120 gr Limoni interi privati dei semi (tutto anche il bianco);
·  60 gr Buccia di limone grattugiata (solo la parte gialla);
·  100 gr Sciroppo di glucosio;
·  160 gr Zucchero a velo;
·  200 gr Zucchero fondente.
Procedimento:

Frullare insieme tutti gli ingredienti bel bimby o altro, a velocità turbo almeno un minuto, fino ad ottenere una pasta liscia. Conservare in frigo per 20 giorni massimo oppure in congelatore per molti mesi, rimane morbido.
Quando ho letto per la prima volta questa ricetta andavo di fretta ed ho scambiato lo zucchero fondente per il fondente di zucchero (ovvero la pasta di zucchero quella che utilizza per decorare le torte).
Così mi ritrovo un bel panetto di pasta di zucchero e dovrò inventarmi qualcosa per sfruttarlo.
Lo zucchero fondente è invece una glassa per intenderci quella che sta sopra alla cassata siciliana o ai bignè in pasticceria
Zucchero fondente (da Auchan lo vendono in polvere basta aggiungerci l'acqua)
Ingredienti:
·         500 grammi di zucchero semolato;
·         150 grammi di acqua;
·         25 grammi di glucosio liquido.
Inserire tutti gli ingredienti in una pentola antiaderente mettendo prima d tutto l’acqua.
Portare ad ebollizione, senza mai girare nemmeno una volta, per chi ha il termometro per lo zucchero la temperatura non deve superare i 116°, per chi non ce l’ha quando il colore da trasparente comincia a scurirsi (attenzione se potete utilizzate il termometro da ikea costa 7 euro, perché è un attimo e se si cristallizza buttate tutto).
Fermate immediatamente la cottura mettendo il pentolino in acqua fredda anche con ghiaccio, attendere pochi minuti che si raffreddi, versare su un piano da lavoro, attendere che si raffreddi, raccogliere con movimenti verso l’interno con una spatola, man mano che si fredda si opacizzerà,  e solidificherà fino a diventare quasi secco.
Bagnarsi le mani e lavorare a mano per 10 minuti finché non diventi morbido e lucido.
Riporre in una ciotola per una notte coperta da un canovaccio umido, poi in un barattolo chiuso.


martedì 27 maggio 2014

curricula di maionesi


1990-2000

Procedimento totalmente a mano

Ingredienti:
-          2 tuorli;
-          sale;
-          un bicchiere di olio;
-          il succo di un limone;
Procedimento:
rompete le uova separando accuratamente gli albumi dai tuorli.
Mettete i tuorli in una terrina, salate appena, battendo delicatamente con la frusta metallica cominciate a versare l'olio facendolo scendere goccia a goccia o in un filo sottilissimo e sbattendo con movimento sempre uguale.
Ad un certo punto il composto comincerà a diventare un po' troppo denso, diluitelo allora con qualche goccia di succo limone e continuate ad aggiungere l'olio sempre a filo in quantità ridottissime.
Quando tutto l'olio sarà incorporato rallentate la salsa con il succo di mezzo limone, mescolate ancora con delicatezza e servite.
Qualora la salsa dovesse impazzire se volete recuperarla utilizzate con questo sistema:
mettete un nuovo tuorlo in una terrina e cominciare ad unirvi goccia a goccia la maionese impazzita sempre sbattendo uniformemente con la frusta.

1988-2010

Con frullatore

Ingredienti:
-          un uovo intero e un tuorlo;
-          sale;
-          il succo di mezzo limone;
-          un bicchiere di olio;
-         
maionese con il frullatore:
mettete nel bicchiere del frullatore l'uovo intero, il tuorlo, poi aggiungete un pizzico di sale e qualche goccia di limone, versate su tutto 2 cucchiai di olio e chiudere il frullatore lasciando però una parte aperta per versare l'olio o togliete il tappo centrale in modo che resti libera l'apertura.
Fate partire il frullatore sulla prima velocità e contemporaneamente cominciate a versare un filo di olio, continuate proseguendo fino a che vedrete che è ben montata quando avrà olio a sufficienza il motore del frullatore girerà a vuoto, a questo punto potete spegnere e trasferire in un contenitore ed aggiungere il restante succo di limone.
Se la salsa risultasse un po' troppo densa diluire con un cucchiaio di brodo freddo.

Maionese cotta:
mettere la maionese a bagnomaria a cuocere sul fuoco a fiamma bassa e mescolare.
L'acqua del recipiente di base scalderà la maionese rendendola piano piano calda e liquida senza che questa sia a contatto diretto con il fuoco.
Calcolare 10 minuti di cottura da quando l'acqua comincia a bollire facendo attenzione che le gocce d'acqua non entrino nella salta poi togliere dal fuoco e continuare a mescolare un po' poi lasciare raffreddare e servire.
Questo procedimento serve a permettere che la maionese si mantenga meglio anche 15 giorni.

2001-2010

Con frullatore ad immersione

Ingredienti
-          1 uovo intero freddo dal frigo
attenzione a non rompere il tuorlo;
-          250 grammi di olio di semi di arachidi;
aceto di vino bianco15gr circa;
chi non ama l’aceto può usare stessa quantità di limone;
(si può anche mettere dopo che la maionese è fatta, ma la consistenza ne risente. Viene meno densa)
-          sale 3gr e mezzo scarsi - Massimo 4gr;
-          mezzo cucchiaino scarso di senape,
del tipo in pasta (se piace!)
la senape è facoltativa, ma a mio avviso ne arrotonda il gusto . . . .

Procedimento:
Mettere tutti gli ingredienti nel barattolo in quest’ordine:
Uovo + Olio + Aceto + Sale + Senape

Immergere totalmente il minipimer
Accenderlo alla massima velocità,
Assolutamente non muoverlo per i primi 4 – 6 secondi (Per chiarezza: fino a quando tutta la metà degli ingredienti non diventa di color maionese densa)
Poi,.. sollevare piano piano e solo nella fase finale, quando il rumore del minipimer cambia per la densità e diventa cupo, muoverlo velocemente su e giù (per amalgamare bene anche l’olio che si trova in superficie).
Estrarre il minipimer e con un cucchiaino rimettere nel barattolo la maionese che resta sui bordi.

2011-2014

Maionese con il bimby:

Ricetta mia perché quella del bimby mi veniva troppo liquida

Ingredienti
      -     200 grammi di Olio Semi Arachidi
-          2 Tuorli a temperatura ambiente;
-          succo di mezzo limone;
-          1 pizzico sale fino.

Come preparare la Maionese:
Appoggiare una brocca sul coperchio chiuso del bimby, azzerare la tara della bilancia e pesare l'olio. Tenere da parte.
Nel boccale pulito versare le uova, il succo di limone, il sale, chiudere con il coperchio.
Versare l'olio a filo dal coperchio, con il misurino capovolto, frullare a velocità 8.


2014

Maionese cotta preparata con il bimby:

Da poco ho provato questa ricetta e devo dire è buona e utile perché mentre per tutte le altre preparazioni e la conservazione in frigo è di massimo 8 giorni con questa rimane fino ad un mese!

Maionese cotta bimby:

Ingredienti

·         250/300 grammi di olio di arachidi;
·         30 grammi di aceto di mele;
·         2 uova;
·         un cucchiaino di sale.

Procedimento:
Aggiungere nel boccale il sale, l'aceto 2, 30 minuti 100° (la temperatura è solo per questa fase) velocità 5 da portare a velocità 7 e aggiungere dal foro le uova, cambiare con velocità 5 per 3 secondi, portare a velocità 8 e versare l'olio a filo cioè direttamente nel coperchio con il misurino capovolto così non impazzisce. Una volta sceso l'olio è subito pronta. Lasciare raffreddare e conservare in frigo in vetro per un mese.

Maionese Kenwood:
la maionese con il Kenwood si prepara invece con il gancio a frusta mettendo prima l'uovo e poi inserendo a filo l'olio, vedere procedimento maionese a mano.
Se volete farla cotta potete utilizzare il metodo di cottura bagnomaria come sopra, volendo potreste anche mettere della pentola con l'acqua direttamente il barattolo di vetro con cui conservare la maionese.

La mia maionese si è evoluta al 2014 e la vostra????

lunedì 26 maggio 2014

pasta con pesto di zucchine


Ti piace il pesto in tutte le sue forme e colori?
Sei a dieta e non vuoi rinunciare al buon sapore del pesto?
Il condimento del classico pesto ti rimane pesante?
Ecco una valida profumata e più leggera variante del tradizionale pesto, da abinare ad un' ottima pasta fatta in casa.
Per quanto mi riguarda ho preparato degli spaghetti con albume, farina di grano duro bio e sfarinato di grano duro bio del senatore cappelli, me ne avevano parlato e devo dire, gran risultato! Per la preparazione della pasta fatta in casa fate riferimento al post dedicato. Per la ricetta del pesto ho fatta riferimento al sito ricette-bimby
Ingredienti per quattro persone:

- 300 gr Zucchine
- 40 gr Parmigiano
- 20 gr Pinoli
-1 Spicchio d'Aglio
- 15/30 gr Basilico
- 50 gr Olio d'Oliva
- 100 gr Latte
- Sale q.b.
Come preparare il Pesto di Zucchine con il bimby:

Inserisci nel boccale i pinoli e il parmigiano. 8 Sec. Vel. 8. Metti da parte.

Inserisci nel boccale l'aglio e il basilico. 2 Sec. Vel.7.

Aggiungi le zucchine tagliate a rondelle. 5 Sec. Vel.4.

Aggiungi l'olio. 4 Min. 100° Vel.1.

Aggiungi il latte e il sale. 6 Min. 100° Vel.1.

Aspetta che la temperatura scenda a 80° e frulla. 15 Sec. Vel. 8.

Unisci il composto di parmigiano e pinoli e frulla. 15 Sec. Vel. 8.

Con kenwood cooking chef:

L'ideale sarebbe utilizzare l'accessorio, AT320A Tritatutto / Omogeneizzatore, se non l'avete, va bene un qualsiasi mixer o frullatore, food processor o frullatore ad immersione, cuocere invece gli ingredienti nella ciotola con il gancio a mezzaluna o il gancio a spirale per cottura.
In alternativa se non avete nè bimby nè kenwood utilizzate la calssica pentola anti aderente e un tritatutto!!! 

domenica 25 maggio 2014

Mulino bianco parte n. 2 Abbracci

La prima volta che ho fatto gli abbracci è stato un esperimento per vedere se venivano abbastanza simili e lo sono, agli originali oppure no, con questa ricetta ne vengono circa 80 e li avevo fatti una settimana prima che mio figlio più piccolo compisse un anno in modo da utilizzarli per la sua festa, ma erano così buoni che mio marito se ne mangiava anche 10 al giorno, così all'avvicinarsi della festa ne erano rimasti solo 20...
Per cui ho dovuto rifarli un'altra volta a questo punto alla festa ce ne erano 100 e devo dire che hanno avuto un gran successo!
Però ne avevo fatti così tanti che circa una trentina di biscotti non sono riuscita più a smaltirli.
Siccome mi piangeva il cuore a buttarli via li ho tenuti per due mesi dentro la scatola di latta che utilizzo per i biscotti e così ho fatto anche una prova.
Devo dire che anche questi si mantengono molto bene ma dopo un mese effettivamente avevano perso la consistenza friabile e si erano ammorbiditi, ormai ne rimanevano una decina e nessuno aveva più il coraggio di mangiarli così son rimasti un altro mese a farci compagnia poi hanno fatto un bel salto nel cestino.
Quando si fa una ricetta dal grande successo per due volte di seguito accade sempre che la prima volta va ruba la seconda si butta.
La ricetta l'ho presa da cookaround, (non guardate la foto che l'ideatrice della ricetta ha messo perché non le rende giustizia) ma fate attenzione perché questo sito è un'arma a doppio taglio, ci sono tante buone ricette ed anche tante schifezze.
INGREDIENTI:
Impasto alla panna:

250g di farina 00;
120g di zucchero a velo;
1 uovo
50g di burro;
45g di margarina;
3 cucchiai di panna fresca;
1 cucchiaio di miele;
mezza bustina di lievito;
un pizzico di sale.

Impasto al cacao:

250g di farina 00;
120g di zucchero a velo;
60g di burro;
40g di margarina;
30g di cacao in polvere;
40g di latte fresco;
1 uovo;
mezza bustina di lievito;
un pizzico di sale.

giusto una dritta sul burro prima di iniziare per lavorare bene il burro soprattutto in questi casi in cui va montato deve essere a circa 26 gradi ovvero non freddo di frigo né liquido, si può lasciare a temperatura ambiente tagliato in pezzettini cosi fa prima o se non c è tempo scaldarlo al microonde per massimo 10 secondi.
Per la margarina se utilizzate il vallè mettete freddo di frigo.
PREPARAZIONE:

Impasto alla panna:
Lavorare la margarina, il burro e lo zucchero fino ad ottenere una crema ben montata con la planetaria inserire il gancio a frusta portare alla massima velocità per circa un minuto, a mano sbattere energicamente con una frusta.
Aggiungere nell'ordine miele, panna, farina setacciata gradualmente, l' uovo a temperatura ambiente, lievito. Ora si può mischiare a mano con una paletta, con la planetaria utilizzando il gancio K.
Procedimento bimby:
inserire prima lo zucchero semolato a velocità 10 per 30 secondi, toglierne la metà che useremo per l'impasto al cioccolato.
Inserire il burro azionare 10 secondi velocità 5, inserire l'uovo, altri 10 secondi velocità 4, unire gli altri ingredienti 10 secondi velocità 5.
In ogni caso l'impasto va lavorato finché non diventi omogeneo, poi avvolto in pellicola e messo in frigorifero per almeno 30 minuti.
Impasto al cacao:
Lavorare la margarina, il burro e lo zucchero fino ad ottenere una crema ben montata. 
Aggiungere gli altri ingredienti lasciando per ultimi il cacao mischiato con la farina ed il lievito. 
Per procedimento bimby vedere sopra e lasciare per ultimo il cacao mescolando ulteriori 10 secondi velocità 5.
Lavorare lentamente fino ad ottenere un impasto omogeneo. 
Avvolgere in pellicola per alimenti e far riposare 30 minuti.
Su un piano da lavoro leggermente infarinato, fare due salamini (come quando si fanno gli gnocchi ), uno con l'impasto bianco e uno con quello al cacao; tagliare dei pezzi lunghi 3 cm circa ed unirli sovrapponendoli leggermente.
Attenzione che l' impasto tende ad ammorbidirsi poi diventa difficile da lavorare per cui conviene prendere piccole parti e lasciare il resto in frigo.
Cuocere in forno a 180° io ho messo ventilato per 10-15 minuti circa. (controllate )
Lasciate asciugare su una graticola altrimenti perdono la friabilità...






venerdì 23 maggio 2014

torta? sí ma salata!


Ogni tanto vado a trovare il sito di una signora che fa magie in cucina, successo assicurato, si chiama Misya, questa volta mi è saltato l'occhio su questa  brioche-salata-con-piselli-e-besciamella, devo dire divina, ottima anche per buffet e facilissima da fare.
Brioche salata con piselli e besciamella dalla ricetta originale ho cambiato solo alcuni ingredienti

Ingredienti per uno stampo da 24 cm:
500 gr di farina 00
1 cucchiaino di miele
12 gr di lievito di birra
160 ml di latte
2 uova
3 cucchiai di olio evo
1/2 cucchiaio di sale

300 ml di besciamella
100 gr di pancetta a fettine fine
100 gr di pecorini
150 gr di piselli
1 noce di burro
sale

Tempi di preparazione:

Tempo di preparazione: 30 min
Tempo di cottura: 40 min
Tempo totale: 1 ora 10 min +3 ore di lievitazione

Come fare la brioche salata con piselli e besciamella

In una ciotola far sciogliere il lievito e il miele nel latte appena tiepido

In un’ampia ciotola mettete la farina, fate un buco al centro e versare il composto con il lievito. 

Iniziare ad impastare dal centro facendo assorbire man mano la farina
Aggiungere ora le uova, l’olio e il sale ed impastare fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico.
Oppure con kenwood ho messo la farina con il gancio a foglia ho mescolato a velocità 1 portando a 2 dopo un po' ed ho inserito man mano in questo ordine gli ingredienti: latte (con lievito e miele) , uova, olio , sale quando l' impasto era incordato.

Mettete l’impasto a lievitare per 2 ore nel forno con luce accesa e magari per farlo ancora più caldo lo faccio scaldare a 50 gradi per due minuti.

Preparate ora la besciamella ( 500 ml di latte, 50 farina , 25burro e portare ad ebollizione per7 minuti circa, mescolando spesso) e cuocete i piselli in una padellina con olio e cipolla, sale o dado, poi aggiungete una tazzina d’acqua e fate cuocere per una decina di minuti

Riprendete ora la pasta, che sarà raddoppiata di volume e dividerla in due stendete 2 sfoglie di 3 mm circa di spessore

Con una delle 2 sfoglie foderate uno stampo (occhio che cresce parecchio in altezza) imburrato, va bene anche ricoperto di carta da forno. 
Ricoprite con una base di pancetta.
Poi versare la besciamella e ricoprire con i pisellini.
Infine cospargere di pecorino.
Ricoprite il tutto con l’altra sfoglia di pasta.
Sigillare bene i bordi tutto intorno e mettete la brioche rustica a lievitare ancora per un’ora.

Spennellate la superficie della torta salata con un po' di latte o un uovo battuto ed infornate in forno già caldo a 180° cuocere per 40 minuti.

Lasciate intiepidire prima di togliere dallo stampo, mettete su un piatto da portata e servite.
Appena uscita dal forno sembrava così tanto un pan di spagna che Tatina ha cominciato a saltare dicendo che era la torta per lei, così ci abbiamo messo una candelina sopra e le abbiamo cantato <tanti auguri a teee,  tanti auguri a teeee>. 
D ' altronde oggi era il suo NON compleanno!!!!

La pasta fatta in casa con tante varianti

Anche se ultimamente mi ritrovo sempre in frigorifero litri di albume, ed un ottimo modo per riciclarlo è farci una buona pasta fatta in casa, ci sono innumerevoli modi di riempire il nostro stomacuccio con della sana pasta fatta in casa.....

Dal libro bimby Ogni giorno primi piatti

Pasta all'uovo:
ingredienti per 4 porzioni
300 grammi di farina bianca tipo 0
3 uova da 60 grammi
un cucchiaio di olio d'oliva
variante colorata verde:
70 grammi di foglie di spinaci freschi lavate ed asciugate
320 grammi di farina bianca tipo 0
un uovo da 60 grammi
un tuorlo
un cucchiaio di olio di oliva
variante colorata di rosa:
100 grammi di barbabietola cotta
320 grammi di farina bianca di tipo 0 
50 grammi di farina di grano duro
2 uova da 80 grammi
preparazione: con tutti gli ingredienti nel boccale impastare due minuti velocità spiga far riposare 15 minuti in frigo.
Per pasta verde:
frullare prima gli spinaci con 300 grammi di farina 30 secondi a velocità 8, unire uova e olio, impastare velocità spiga un minuto, unire i restanti 20 grammi di farina e continuare per un minuto, far riposare coperto per 15 minuti.
Per pasta alle barbabietole:
Cuocere la bollendola, tritare 5 secondi velocità 3, unire 300 grammi di farina di tipo 0, aggiungere la farina di grano duro e le uova, togliere l'impasto coperto per 15 minuti.
Varietà di preparazioni:
  • per preparare cannelloni tirare la sfoglia rettangolare lessare in acqua bollente con un cucchiaio di olio per 2 minuti e lasciare asciugare su un canovaccio pulito;
  • per preparare tagliatelle, fettuccine, pappardelle lasciare asciugare l'impasto per 30 minuti ad asciugare, dopo di che arrotolare su se stesso e tagliare della dimensione desiderata tanti rotolini tipo stelle filanti;
  • farfalle con la rotella dentellata tagliare delle lunghe strisce larghe e poi in piccoli rettangoli, unire le parti esterne centrali del rettangolo .

Altre varianti di pasta fatta in casa:
Pasta bianca:
si può fare pasta bianca con 100 gr. farina tipo 0
100 grammi grano duro
30 grammi acqua
70 grammi albume
un cucchiaio di olio evo.
coloranti naturali:
pasta più gialla
aggiungere zafferano o solo tuorlo o colorante alimentare giallo (questo lo fanno tanti pastifici...);
Pasta nera:
per pasta nera unire all'impasto una bustina di nero di seppia (ottima con sugo di pesce);
Pasta al pomodoro:
unire un cucchiaio di concentrato di pomodoro (ottima con sughi bianchi a base di verdure soprattutto melanzane o peperoni);
Per pasta con erbe aromatiche
Un mix di erbette fresche lavate ed asciugate tritate finemente oppure solo erba cipollina o maggiorana o basilico o aneto (ottima anche con burro e parmigiano);
Per pasta gialla alla zucca:
sostituire come preparato con barbabietole con zucca cotta;
Per pasta al peperoncino:
aggiungere all'impasto un peperoncino piccante tritato (adatta a sughi con pomodoro, anche con capperi o con acciughe);
Per pasta all'uovo con il cacao:
sostituire 30 grammi di farina con 30 grammi di cacao;
Per pasta all'aglio:
aggiungere all'impasto 2 spicchi di aglio tritato;
Per pasta con farina di semola di grano duro:
300 grammi di farina di grano duro con 150 di acqua a temperatura ambiente;
Per pasta con farina di grano saraceno:
inserire 120 grammi di farina di tipo 0 con 200 grammi di farina di grano saraceno, 160 di acqua, 10 grammi di olio d'oliva (è l'impasto che si usa per i pizzoccheri piatto buonissimo che assaggia tanti anni fa per la prima volta a Bormio condito con verdure lesse, patate e formaggio fuso).
Altre farine alternative:
impasto pasta bianca con metà della farina bianca e metà di farina di mais, di sfarinato di grano duro, di riso, di kamut, di miglio, integrale, di ceci, di castagno, di fagioli.

Per fare la pasta a mano:
disporre a fontana sul piano di lavoro la farina setacciata, mettere al centro un pizzico di sale, un po' di acqua tiepida e le uova.
Amalgamare gli ingredienti con le dita, aggiungendo un po' di acqua se l'impasto risulta troppo sodo, lavorare prendo con una mano l'impasto e premendo contro la spianatoia con il palmo dell'altra che risulterà contatto avvolgente 
Far riposare mezz'ora dividere in parti tirare le sfoglie con mattarello o macchina per la pasta passando più volte.

Pasta grattata
per fare la pasta grattata come questa che vedete in foto preparare la pasta compattarla, dividerla in 7/8 parti inserire in bimby o frullatore o mixer, cospargere con un cucchiaio di farina 00, azionare a velocità media (5 per il bimby) per 2 massimo 3 secondi.


spaghetti con Kenwood pasta maker at936
Per la pasta con il Kenwood:
per ottenere un risultato ottimale della pasta fatta con il torchio kenwood, come consigliano nella pagina facebook Pasticciando con il kenwood Cooking Chef, bisogna che manteniamo assolutamente queste proporzioni:
Per ogni 100 gr.  di farina 39 gr di liquido.
Per la preparazione si versa nella ciotola la farina liquidi si inserisce la frusta K alla velocità uno o due per un minuto si raccoglie quello che non si è mischiato sui bordi e si fa ripartire per un altro minuto.
L'impasto risulterà come tante briciole e di consistenza sabbiosa e va inserita ancora sbriciolata quindi non la compattate.
Inseritene poca per volta più o meno una manciata dentro il torchio.

Una volta preparata la pasta fresca deve essere stesa su vassoi di cartone o appositi telai a rete che permettono la circolazione dell'aria.


spaghetti con Kenwood pasta maker at936 cotti
La si può conservare in frigorifero per 3/4 giorni, oppure in freezer lasciare possibilmente stesa finchè non si congeli poi chiudere in sacchetti, si conserva al massimo per 6 mesi.

AT 910 VERSUS AT 936 KENWOOD PASTA MAKER

Il gioco vale la candela?
bisogna valutare se è più importante poter fare tanti tipi di pasta oppure spendere poco. Il torchio in metallo con trafile in bronzo At910 base costa 150 euro con una trafila maccheroni mentre il torchio in plastica At936
ha sei trafile in dotazione ed il prezzo è di 60 euro, ma non è in commercio in Italia, perciò va ordinato online, io l' ho ordinato su amazon.it e mi è stato spedito dall'inghilterra, su amazon.uk costa 25 sterline cioè un po' meno del prezzo in Italia ma non spediscono fin qui, su amazon.fr 40 euro ma idem non spediscono in Italia.
Le trafile del torchio at 936 sono:
Maccheroni lisci
Maccheroni rigati
Bucatini
Fettuccine
Spaghetti
Lasagne (la casa produttrice le chiama così ma sono mafalde).
Attualmente non esistono altre trafile in plastica in commercio.

L’accessorio torchio AT910 offre diverse trafile in bronzo per ottenere diversi tipi di pasta, ad un prezzo che si aggira intorno ai 30 euro l'una in una confezione bellissima sembrano medaglie.
quelle ufficiali sono 13 più i biscotti le elenco con il codice


Trafila Bigoli AT910002
Trafila Bucatini AT910012
Trafila Casarecce AT910003
Trafila Conchigliette AT910011
Trafila Fusilli AT910010
Trafila Linguine AT910009
Trafila Maccheroni lisci AT910004
Trafila Orecchiette AT910013
Trafila Pappardelle AT910007
Trafila Silatelli A AT910008
Trafila Spaccatelli AT910005
Trafila Spaghetti quadrati AT910006
biscotti AT910014
esiste anche un accessorio per sfogliare la pasta.
Inoltre si trovano delle trafile non originali kenwood  sono un prodotto di Koalaok ltd e fabbricate in Italia da azienda specializzata nel settore professionale della produzione della pasta oltre alle classiche dispongono anche di
Spaghetti
Conchiglie
Pacchetti rigati
Sfoglia regolabile
Pacchetti lisci
Tagliolini
Lumaconi
Mafalde
Funghi
ed hanno un costo inferiore rispetto alle originali
Qualcuno le ha mai provate?

Avendo entrambi prodotti, questo devo dire per merito di mio marito che mi appoggia in tutto e per tutto, ho potuto fare alcune prove di compatibilità ed ho constatato che trafile in plastica e quelle in rame hanno lo stesso diametro ma altezza diversa, lo potete constatare dalla foto che ho fatto in cui le due trafile di plastica arrivano a filo con le mattonelle che si vedono dietro, mentre quella di rame è leggermente sotto pertanto nel torchio At910 entrano sia le trafile in rame che quelle in plastica nel torchio di plastica entrano solo le trafile di plastica, ma non mi azzardo a provare la trafila in bronzo dentro l' At936 non avrebbe senso la prova e rischierei di fare qualche danno.
A parità di ingredienti e impasti, ma torchi differenti, il sapore la consistenza e l'aspetto a mio avviso non cambiano.
Attenzione però per ottenere un risultato ottimale della pasta fatta con il torchio kenwood, come consigliano nella pagina facebook Pasticciando con il kenwood Cooking Chef, bisogna che manteniamo assolutamente queste proporzioni:
Per ogni 100 gr.  di farina 39 gr di liquido.
Per la preparazione si versa nella ciotola la farina liquidi si inserisce la frusta K alla velocità uno o due per un minuto si raccoglie quello che non si è mischiato sui bordi e si ri fa ripartire per un altro minuto.
La pasta deve venire come tante briciole di consistenza sabbiosa e va inserita ancora sbriciolata quindi non la compattate.
Inseritene poca per volta più o meno una manciata dentro il torchio.
Potete usare qualsiasi tipo di farina che sia 0 o 00 o semola di grano duro e sfarinato di grano duro e per liquidi acqua, uova, albume, per i diversi tipi di pasta fate riferimento al post apposito.







giovedì 22 maggio 2014

Mulino bianco parte n.1 le macine

Tra tutti i biscotti del Mulino Bianco le macine erano quelle che mi piacevano meno perché le trovavo troppo allappanti e soprattutto non si sciolgono nel latte per questo ho provato tanto la ricetta adatta a me cercando di mantenere il sapore ma affidando la consistenza.
Tempo fa ho sperimentato una ricetta dal web di doki che secondo me è quella che ci si avvicina di più.
Inoltre con questa ricetta i biscotti pur mantenendo una certa consistenza si sciolgono bene nel latte e si mantengono benissimo nel tempo e restando friabili.

Ingredienti:

200 grammi di farina tipo 00
300 grammi di farina Manitoba
50 grammi di fecola di patate
100 grammi di zucchero semolato
80 grammi di zucchero di canna bianco utilizzo uno zucchero di canna più raffinato per una semplice questione di gusti, l' aroma di liquirizia non mi fa impazzire negli impasti anzi lo trovo troppo preponderante
100 grammi di burro bavarese perché di sapore e di qualità migliori (lo compro da Lidl) ammorbidito a temperatura ambiente
100 grammi di margarina Vallè
100 grammi di panna fresca liquida
1 cucchiaino della mia vanillina
1 bustina di lievito in polvere
1 pizzico di sale

Procedimento:

Inserisci nel boccale lo zucchero semolato e lo zucchero di canna, per 20 secondi a velocità Turbo. Aggiungi il resto degli ingredienti nel boccale e lavora per 30/40 secondi a velocità 4-5, aiutandoti con la spatola fino a che il composto è cremoso e omogeneo.
Se non si ha il bimby si può utilizzare mixer o frullatore per lo zucchero e fruste per mescolare il tutto. 
Togli l’impasto dal boccale, fai una palla e avvolgi nella pellicola per alimenti; lascia riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

In seguito stendi con il mattarello una sfoglia alta circa 1 centimetro e taglia i biscotti con le formine, realizzando biscotti rotondi con il buco in mezzo.
Se non hai le formine puoi fare il cerchio più grande con un bicchierino o una tazzina oppure fai una palletta che stenderai con il mattarello per fare il buco in mezzo, se non hai una formina specifica, lo strumento che ci si avvicina di più è prendere una penna bic smontarla, togliere il tappino tenere solo la canna trasparente e lavarla bene e con quella fare i forellini al centro, va anche bene una cannuccia x alimenti rigida.
Infine metti i biscotti su una teglia foderata di carta da forno, poi cuoci in modalià ventilato a 180°C per 10-15 minuti.
Per la conservazione di tutti i biscotti ovunque è consigliata una scatola di latta, ora non so se è colpa della mia scatola che è particolarmente strana oppure se il sistema è sbagliato ma, se metto i miei biscotti nella scatola di latta che in genere uso per conservarli puntualmente il giorno dopo si sono ammorbiditi diventando immangiabili....
Ora con questi biscotti non è successo quindi andate sul sicuro che sono a prova di bomba!!!