venerdì 11 luglio 2014

kenwood o il bimby guida all'acquisto

Ogni giorno siamo sempre piú impegnati, ed oggi la tecnologia puó darci un valido aiuto.
Esistono tanti prodotti che ci possono facilitare la vita.
Ognuno di noi ha le proprie esigenze, ed anche l' età e le abitudini influiscono.
Non a tutte le donne piace cucinare, in questo caso non c è tecnologia che tenga, vincerà sempre la rosticceria sotto casa, purtroppo non tutte le persone amano la tecnologia e in quel caso rischierebbero di comprare un soprammobile senza sfruttarlo.
Altri si rifiutano categoricamente di utilizzare la tecnologia, affermando che quello che fanno loro è migliore del risultato delle macchine.
Poi ci sono le persone che per facilitare la vita provano di tutto, ottenendo risultati discreti.
Subito dopo vengono le persone che hanno una passione per la cucina, esperienza e inventiva.
Personalmente ritengo che per ottenere degli ottimi risultati la via è sempre nel mezzo, no non affidarsi completamente alle macchine, nemmeno fare tutto a mano.
In commercio esistono una miriade di prodotti che potrebbero aiutarci Kenwood, bimby sono un po' il riassunto di questi.
Concepiti in due modi completamente diversi mentre il Bimby tende a concentrare tutte le preparazioni al suo interno, invece il Kenwood ha una base con tanti elementi aggiuntivi.
ma andiamo per gradi
Kenwood Cooking ha una base che fa da planetaria e cuoce, alla quale si possono aggiungere come elementi integrativi: un frullatore un food processor, un macina tutto, trita carni, pasta maker una gelatiera una cubettatrice per tagliare a forma di cubetti verdure o altro, un accessorio per cottura a vapore che però rispetto al bimby è più piccolo, centrifuga per succhi di frutta, accessorio per tagliare le patate a listarelle (ma ha dei commenti davvero negativi).
una miriade di ganci: frusta, foglia, uncino, gancio k per impasti, gancio per amalgamare, gancio per cottura, gancio per pasticceria che agisce spatolando.
Ha una capienza di 7 litri anche se ovviamente non per tutte le preparazioni puó essere sfruttata.
Soprattutto ha bisogno di tanto spazio quanto meno per contenere tutti gli accessori...
il bimby si presenta piú concentrato, come accessori ha una spatola una farfalla e il vassoio varoma x cuocere al vapore.
la capienza è di massimo 2 litri.
il costo del Bimby viaggia intorno ai 1080,00 € mentre quello del Kenwood, solo la base si trova anche a 700,00€ sino ad arrivare a 2000,00 € e più.
Per chi panifica suggerisco il Kenwood in quanto ha dei ganci appositi per far sviluppare la maglia glutinica, il bimby gli impasti li fa lo stesso certamente ed anche bene, ma alle volte il gruppo coltelli potrebbe rischiare di prezzare la maglia glutinica facendo ottenre un risultato un po meno "lievitato" del Kenwood.
Personalmente poi mi sono sempre trovata in difficoltà nel montare l'albume con il bimby, e di conseguenza nel fare il pan di spagna, anche se sul web ci sono una miriade di consigli per riuscire io avendo il kenwood lo faccio direttamente con quello...
Di positivo il bimby ha la bilancia incorporata, ma se posso dire la verità è estremamente delicata, i piedini di appoggio del bimby devono essere perfettamente in piano e il composto deve essere versato velocemente e non sopra al gruppo coltelli, inoltre ogni tanto non è precisa, quindi ho preferito acquistarne una a parte, ma io non faccio testo perchè quando peso considero anche i milligrammi...
Altro fattore positivo del bimby è che ha il gruppo coltelli all'interno quindi per fare un passato di verdure per es permette sia la cottura che la fase successiva della tritatura senza cambio di fruste nè travaso alcuno
Dal 2014 è in commercio il nuovo bimby che ha un boccale di 2,2 lt contro i 2 del precedente modello, una procedura elettronica guidata e raggiunge la temperatura di 120° contro i 100° del precedente modello, anche il prezzo è stato aggiornato a 1200,00 euro circa.
Direi che la scelta tra bimby e ken è ardua sarebbe preferibile averli entrambi...
Posta un commento