mercoledì 24 giugno 2015

torta Arluno di I.Massari il primo morso affascina..il secondo...strega!!!



Avevo necessità di fare una torta da credenza, una torta da dare a mio marito che doveva poi portarla in ufficio e dopo ad una cena, quindi mi serviva una torta buona ma che non si rovinasse, e che fosse facile da portare, così ho provato questa ed è favolosa!

Ingredienti per due stampi da 20 cm di diametro alti 5 cm:
burro gr 500
zucchero a velo gr 500 (io ho messo zucchero semolato)

baccello di vaniglia 1
mandorle in polvere gr 125
tuorli gr 100
uova intere gr 250
liquore Strega gr 75
fecola gr 125
farina mais macinata finemente gr 125
farina bianca 00 gr 125
lievito in polvere gr 5

Procedimento
Montare a schiuma in una planetaria con lo scudo il burro, lo zucchero e la vaniglia.
Mettere le mandorle macinate finemente e incorporare le uova e i tuorli poco alla volta, poi aggiungere il liquore; versare a pioggia farina bianca, mais, fecola e lievito in polvere setacciati due volte.
Imburrare e infarinare con la farina di mais le tortiere, riempirle fino a 2/3 dell'altezza.

Cottura:
Cuocere in forno a 180° per 50 minuti un dolce da gr 1000 in forno statico.

Finitura
Quando la torta e' fredda posizionare un anello fino a 1 cm dal bordo e dosare uniformemente della confettura all'arancia bollente. Decorare con filetti d'arancia canditi e pistacchi schiacciati, io invece ho fatto diversamente ho ricoperto tutta la torta con una glassa alla marmellata di ciliege e pistacchi scaldando un barattolo con marmellata circa 100 gr e ci ho sciolto 1 cucchiaino di gelatina in polvere (1 foglio di gelatina), in modo da farla gelatinizzare e tenere di più per poter ricoprire tutta la torta.

La foto che vedete qui della fetta è della torta che ci siamo tenuti per casa la quale ho lasciato senza copertura.
Posta un commento